>

Fotocopiatrici. Utilizzo e rischi per l'ambiente e l'uomo - Sicurezza sul Lavoro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fotocopiatrici. Utilizzo e rischi per l'ambiente e l'uomo

La macchina fotocopiatrice è divenuta ormai una attrezzatura indispensabile in ogni ufficio.
Vediamo brevemente quali sono i rischi per la salute e per l'ambiente da tenere in considerazione nel suo utilizzo quotidiano.
Il suo principio di funzionamento utilizza la luce ultravioletta, dando di conseguenza luogo all'emissione di ozono, sebbene in quantità non rilevanti.  Più rilevanti sono invece i prodotti della pirolisi di resine termoplastiche di varia composizione, che costituiscono oltre il 95% del toner e dei lubrificanti del rullo pressorio.

Rischi

- la quantità di ozono prodotta non è rilevante, sebbene in ambienti con scarsa ventilazione e a causa di utilizzo prolungato, l'odore diviene senz'altro sgradevole, provocando reattività bronchiale all'istamina in soggetti asmatici;
- la quantità di ozono prodotta, può aumentare in ambienti confinati, dove sono presenti anche altre apparecchiature elettriche ad alto voltaggio e filtri elettrostatici dell'aria;
- rischio di elettrocuzione con parti elettriche scoperte;
- ustioni (scottature), a causa dell'alta temperatura di alcune parti interne nel caso di contatto diretto volontario (o involontario);
- irritazione delle vie respiratorie ed effetti sistemici dovuti a causa del rilascio di metalli pesanti contenuti nel toner.

Procedure di sicurezza e precauzioni




 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu